top of page

Condizioni Generali di Vendita (AVB)

di ACG Automation Center GmbH & Co. KG per la consegna di oggetti mobili (dal 1 gennaio 2021).

Questa è la versione italiana tradotta automaticamente dalle condizioni generali di vendita originali in tedesco. Solo la versione tedesca è giuridicamente vincolante.

I. Ambito: Contratti di acquisto e fornitura di beni mobili

  1. Le presenti Condizioni Generali di Vendita (AVB) si applicano a tutti i nostri rapporti commerciali con i nostri clienti ("acquirenti"). L'AVB si applica solo se l'acquirente è un imprenditore (§ 14 BGB), una persona giuridica di diritto pubblico o un fondo speciale di diritto pubblico

  2. L'AVB si applica in particolare ai contratti per la vendita e/o la consegna di beni mobili ("merci"), indipendentemente dal fatto che la merce sia prodotta da noi stessi o l'acquistiamo da fornitori (§§ 433, 650 BGB).

  3. Il nostro AVB si applica esclusivamente. Condizioni generali dell'acquirente divergenti, contrastanti o supplementari diventano parte del contratto solo se e nella misura in cui ne abbiamo espressamente convenuto la validità. Tale requisito del consenso si applica in ogni caso, ad esempio anche se effettuiamo la consegna all'acquirente senza riserve, conoscendo le condizioni generali dell'acquirente.

  4. In singoli casi, i singoli accordi presi con l'acquirente (inclusi accordi accessori, integrazioni e modifiche) hanno sempre la precedenza su questi AVB.

  5. I riferimenti alla validità delle norme giuridiche hanno solo un significato chiarificatore. Anche senza tale chiarimento, si applicano le disposizioni di legge a meno che non siano direttamente modificate o espressamente escluse nelle presenti CGA

II.  Conclusione del contratto

  1. Le nostre offerte non sono vincolanti e non vincolanti. Ciò vale anche se abbiamo fornito all'acquirente cataloghi, documentazione tecnica (es. disegni, piani, calcoli, riferimenti a norme DIN), altre descrizioni di prodotti o documenti - anche in forma elettronica - di cui abbiamo diritti di proprietà e diritti d'autore riservati.

  2. L'ordine della merce da parte dell'acquirente è considerato vincolante

  3. L'accettazione può essere dichiarata sia per iscritto (es. conferma d'ordine) sia mediante consegna della merce all'acquirente

 

III.  Tempi di consegna e ritardo

  1. Qualora non fossimo in grado di rispettare termini di consegna vincolanti per cause non imputabili a noi (mancata disponibilità del servizio), ne informeremo immediatamente l'acquirente e comunicheremo contestualmente il nuovo termine di consegna previsto. Se anche il servizio non è disponibile entro il nuovo termine di consegna, abbiamo il diritto di recedere dal contratto in tutto o in parte; rimborseremo immediatamente qualsiasi corrispettivo già fornito dall'acquirente. Un caso di non disponibilità del servizio in tal senso è, in particolare, la mancata tempestiva ricezione della consegna dal nostro fornitore se abbiamo concluso una congrua operazione di copertura, né noi né il nostro fornitore siamo in colpa o non siamo obbligati procurare nei singoli casi

  2. I diritti dell'acquirente come. VIII delle presenti CGA e i nostri diritti legali, in particolare in caso di esclusione dell'obbligo di prestazione (ad es. a causa dell'impossibilità o irragionevolezza della prestazione e/o della prestazione supplementare), rimangono inalterati.

 

IV. Consegna, trasferimento del rischio, accettazione, morosità dell'accettazione

  1. La consegna è franco magazzino, che è anche luogo di adempimento per la consegna e per l'eventuale prestazione supplementare. A richiesta ea spese dell'acquirente, la merce verrà spedita ad altra destinazione (vendita per posta). Salvo diverso accordo, siamo autorizzati a determinare noi stessi il tipo di spedizione (in particolare compagnia di trasporto, percorso di spedizione, imballaggio).

  2. Il rischio di perdita accidentale e deterioramento accidentale della merce viene trasferito all'acquirente al più tardi al momento della consegna della merce. Nel caso di vendita per corrispondenza, invece, il rischio di perdita accidentale e deterioramento accidentale della merce nonché il rischio di ritardo è già trasferito nel momento in cui la merce viene consegnata allo spedizioniere, vettore o altro soggetto o ente responsabile effettuando la spedizione.

 

V.  Prezzi e condizioni di pagamento

  1. Salvo diverso accordo nei singoli casi, si applicano i nostri prezzi in vigore al momento della conclusione del contratto, franco magazzino più legale

  2. In caso di vendita per corrispondenza (IV. Punto 1), l'acquirente sostiene le spese di trasporto franco magazzino e le spese di eventuale assicurazione di trasporto richiesta dall'acquirente. Eventuali dazi doganali, tasse, tasse e altri oneri pubblici sono a carico dell'acquirente.

  3. L'acquirente ha diritto alla compensazione o al diritto di ritenzione solo se il suo diritto è stato legalmente stabilito o è indiscusso. In caso di vizi della consegna, sono particolarmente gradite le controdeduzioni dell'acquirente. VII comma 6 frase 2 di questi AVB inalterato.

  4. Se, dopo la conclusione del contratto, diventa evidente (ad es. attraverso una domanda di apertura di una procedura di insolvenza) che il nostro diritto al prezzo di acquisto è a rischio a causa dell'incapacità dell'acquirente di pagare, abbiamo il diritto di rifiutare l'adempimento in conformità con le disposizioni di legge e - se necessario dopo la fissazione di un termine - di recedere dal contratto (§ 321 BGB). In caso di contratti per la fabbricazione di articoli non fungibili (prodotti su misura), possiamo dichiarare immediatamente il nostro recesso; restano ferme le disposizioni di legge sulla dispensabilità della fissazione di un termine.

 

VI. riserva di proprietà

  1. Manteniamo la proprietà della merce venduta fino al completo pagamento di tutti i nostri crediti attuali e futuri derivanti dal contratto di acquisto e da un rapporto commerciale in corso (crediti garantiti)

  2. La merce soggetta a riservato dominio non può essere costituita in pegno a terzi né ceduta a garanzia prima del completo pagamento dei crediti garantiti. L'acquirente deve informarci immediatamente per iscritto se è stata presentata domanda di apertura di una procedura concorsuale o se terzi hanno accesso alla merce di nostra proprietà (es. pignoramenti).

  3. In caso di violazione del contratto da parte dell'acquirente, in particolare il mancato pagamento del prezzo di acquisto dovuto, abbiamo il diritto di recedere dal contratto in conformità con le disposizioni di legge e/o di richiedere la restituzione della merce sulla base di la riserva di proprietà. La richiesta di restituzione non comprende la dichiarazione di recesso; al contrario, abbiamo il diritto di pretendere solo la restituzione della merce e di riservarci il diritto di recedere dal contratto. Se l'acquirente non paga il prezzo di acquisto dovuto, possiamo far valere questi diritti solo se in precedenza abbiamo fissato all'acquirente un termine ragionevole per il pagamento o se tale termine non è necessario ai sensi delle disposizioni di legge

  4. Fino a revoca, l'acquirente è autorizzato ai sensi del successivo punto (c) a rivendere e/o trasformare la merce soggetta a riserva di proprietà nel normale svolgimento dell'attività. In questo caso vale anche quanto segue

    1. La riserva di proprietà si estende ai prodotti creati elaborando, mescolando o combinando i nostri beni al loro pieno valore, per cui siamo considerati produttori. Se le merci di terzi vengono lavorate, mescolate o combinate con merci di terzi, acquisiamo la comproprietà in proporzione al valore della fattura delle merci lavorate, miste o combinate. In caso contrario, lo stesso vale per il prodotto risultante come per il prodotto consegnato con riserva di proprietà.

  5. L'acquirente ci cede a garanzia i crediti nei confronti di terzi derivanti dalla rivendita della merce o del prodotto in tutto o per l'importo della nostra eventuale quota di comproprietà ai sensi del paragrafo precedente. Accettiamo l'incarico. Gli obblighi dell'acquirente di cui al comma 2 si applicano anche ai crediti ceduti.

  6. L'acquirente rimane autorizzato a riscuotere il credito insieme a noi. Ci impegniamo a non riscuotere il credito fintanto che l'acquirente adempie ai suoi obblighi di pagamento nei nostri confronti, non vi è alcuna carenza nella sua capacità di pagare e non ci piace la riserva di proprietà esercitando un diritto. reclamo paragrafo 3. In tal caso, tuttavia, possiamo esigere che l'acquirente ci informi dei crediti ceduti e dei loro debitori, fornisca tutte le informazioni necessarie per l'incasso, consegni i relativi documenti e informi i debitori (terzi) della cessione. In questo caso, abbiamo anche il diritto di autorizzare l'acquirente a rivendere e trattare la merce con riserva di proprietà

  7. Se il valore di realizzo dei titoli supera i nostri crediti di oltre il 10%, forniremo titoli di nostra scelta su richiesta dell'acquirente

 

VII Reclami per vizi dell'acquirente

  1. Le disposizioni di legge si applicano ai diritti dell'acquirente in caso di vizi materiali e di proprietà (comprese consegne errate e brevi nonché istruzioni di montaggio o di montaggio errate), se non diversamente specificato di seguito. In ogni caso, le disposizioni di legge speciali per la consegna finale della merce non trasformata a un consumatore rimangono inalterate, anche se quest'ultimo le ha ulteriormente lavorate (ricorso del fornitore ai sensi del §§ 478 BGB). I reclami da parte del fornitore sono esclusi se la merce difettosa viene ulteriormente elaborata dall'acquirente o da un altro imprenditore, ad esempio installandola in un altro prodotto

  2. La nostra responsabilità per vizi si basa principalmente sull'accordo stipulato sulla qualità della merce.

  3. Se la qualità non è stata concordata, deve essere valutata secondo le disposizioni di legge se vi è un difetto o meno (§ 434 cpv. 1 cpv. 2 e 3 BGB). Tuttavia, non ci assumiamo alcuna responsabilità per dichiarazioni pubbliche del produttore o di altri terzi (ad es. dichiarazioni pubblicitarie) che l'acquirente non ci ha indicato come determinanti per il suo acquisto.

  4. In linea di principio, non siamo responsabili per vizi di cui l'acquirente fosse a conoscenza al momento della conclusione del contratto o di cui non fosse a conoscenza per colpa grave (articolo 442 del codice civile tedesco). Inoltre, i reclami dell'acquirente per vizi presuppongono che egli abbia adempiuto ai suoi obblighi legali di ispezione e notifica (§§ 377, 381 HGB). Nel caso di materiali da costruzione e altri beni destinati all'installazione o ad altre lavorazioni successive, è necessario effettuare un'ispezione immediatamente prima della lavorazione. Se un difetto si manifesta al momento della consegna, dell'ispezione o in qualsiasi momento successivo, dobbiamo essere avvisati immediatamente per iscritto

  5. Se l'articolo consegnato è difettoso, possiamo inizialmente scegliere se fornire una prestazione supplementare eliminando il difetto (riparazione) o consegnando un articolo esente da difetti (consegna sostitutiva). Resta impregiudicato il nostro diritto di rifiutare prestazioni supplementari ai sensi dei requisiti di legge.

  6. Abbiamo il diritto di subordinare la prestazione supplementare dovuta al pagamento del prezzo di acquisto dovuto da parte dell'acquirente. Tuttavia, l'acquirente ha il diritto di trattenere una parte del prezzo di acquisto ragionevole in relazione al difetto.

  7. L'acquirente è tenuto a darci il tempo e l'opportunità necessari per l'adempimento supplementare dovuto, in particolare per consegnare la merce contestata a fini di ispezione. In caso di consegna sostitutiva, l'acquirente è tenuto a restituirci l'articolo difettoso in conformità con le disposizioni di legge. L'adempimento successivo non include né la rimozione dell'articolo difettoso né la reinstallazione se non eravamo originariamente obbligati a installarlo

  8. In casi urgenti, ad esempio se la sicurezza operativa è compromessa o per scongiurare danni sproporzionati, l';acquirente ha il diritto di riparare egli stesso il difetto e di chiederci il risarcimento delle spese oggettivamente necessarie a tal fine. Dobbiamo essere informati immediatamente, se possibile in anticipo, di tale auto-esecuzione. Il diritto all'autoriparazione non esiste se avessimo diritto all'adempimento successivo secondo le disposizioni di legge.

  9. Se la prestazione complementare è fallita o se è scaduto un termine ragionevole stabilito dall'acquirente per la prestazione supplementare senza successo o non è necessario secondo le disposizioni di legge, l'acquirente può recedere dal contratto di acquisto o ridurre il prezzo di acquisto. In un vizio minore, invece, non sussiste il diritto di recesso.

  10. Le pretese dell'acquirente per danni o rimborso delle spese sprecate esistono solo in caso di vizi ai sensi della Sezione VIII e sono altrimenti

 

VIII. Altre responsabilità

  1. Salvo diversa indicazione nelle presenti CGA, comprese le seguenti disposizioni, saremo responsabili in conformità con le disposizioni di legge in caso di violazione di obblighi contrattuali ed extracontrattuali

  2. Siamo responsabili per i danni - per qualsiasi motivo legale - nell'ambito della responsabilità per colpa in caso di dolo e colpa grave. In caso di negligenza semplice, siamo responsabili solo, fatte salve le limitazioni di responsabilità legali (ad es. diligenza nei nostri affari; violazione irrilevante del dovere).

    1. per danni derivanti da lesioni alla vita, all'incolumità fisica o alla salute,

    2. per i danni derivanti dall'inadempimento di un obbligo contrattuale sostanziale (obbligazione il cui adempimento è essenziale per la corretta esecuzione del contratto e sulla cui osservanza il partner contrattuale fa regolarmente affidamento e può fare affidamento); in questo caso, tuttavia, la nostra responsabilità è limitata al risarcimento del danno prevedibile e tipico

  3. Le limitazioni di responsabilità di cui al comma 2 si applicano anche ai terzi e alle violazioni degli obblighi da parte di soggetti (anche a loro favore) per colpa dei quali siamo responsabili secondo le disposizioni di legge. Non si applicano se un difetto è stato fraudolentemente dissimulato o se è stata prestata una garanzia sulla qualità della merce e per reclami dell'acquirente dopo il

  4. A causa di una violazione del dovere che non consiste in un difetto, l'acquirente può recedere o recedere solo se siamo responsabili della violazione del dovere. È escluso un diritto di recesso gratuito dell'acquirente (in particolare secondo §§ 650, 648 BGB). In caso contrario, si applicano i requisiti legali

 

IX.  Prescrizione

  1. Contrariamente al § 438 § 1 n. 3 BGB, il termine di prescrizione generale per i reclami derivanti da vizi materiali e legali è di un anno dalla consegna. Se l'accettazione è stata concordata, il termine di prescrizione inizia con il

  2. I suddetti termini di prescrizione del diritto della vendita si applicano anche alle richieste di risarcimento contrattuali ed extracontrattuali dell'acquirente basate su un difetto della merce, a meno che l'applicazione del regolare termine di prescrizione legale (§§ 195, 199 BGB) comporti un termine di prescrizione più breve nei singoli casi. Le richieste di risarcimento danni da parte dell'acquirente ai sensi del § 8 capoverso 2 frase 1 e 2 a) nonché ai sensi della legge sulla responsabilità del prodotto rientrano solo nei termini di prescrizione legali.

 

X.  Scelta della legge e foro competente

  1. A questi AVB e al rapporto contrattuale tra noi e l'acquirente si applica il diritto della Repubblica federale di Germania, ad esclusione del diritto internazionale uniforme, in particolare la Convenzione delle Nazioni Unite sulle vendite.

  2. Se l'acquirente è un commerciante ai sensi del Codice commerciale tedesco, una persona giuridica di diritto pubblico o un fondo speciale di diritto pubblico, il foro competente esclusivo, anche internazionale, per tutte le controversie derivanti direttamente o indirettamente dal rapporto contrattuale è la nostra sede di attività a 88069 Tettnang Germania. Lo stesso vale se l'acquirente è un imprenditore ai sensi del § 14 BGB. In tutti i casi, tuttavia, abbiamo anche il diritto di agire in giudizio presso il luogo di adempimento dell'obbligo di consegna ai sensi delle presenti CGA o di un previo accordo individuale o presso il foro competente generale dell'acquirente. Restano ferme le disposizioni di legge prevalenti, in particolare in materia di responsabilità esclusiva.

bottom of page